L’ACQUA CON UNA LUNGA TRADIZIONE

I primi studi sull’acqua “Santo Stefano” risalgono agli anni ’50, quando con l'aiuto di esperti dell’Università di Napoli, furono eseguite le prime ricerche farmacologiche e cliniche che dimostrarono le virtù dell'acqua Santo Stefano. Virtù di cui ne avevano beneficiato, fin dall'antichità, gli abitanti del luogo, apprezzandone le proprietà terapeutiche e la particolare leggerezza.



L'acqua, dalle eccellenti proprietà salutari, sgorga dall'omonima fonte "Santo Stefano" situata a 700 metri sul livello del mare, all'interno dell'incontaminato Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il minerale scaturisce spontaneamente da sorgenti derivanti da fratture nella roccia che ne preservano l'equilibrio idrogeologico. L'azienda sorge su un'area di 30.000 metri quadri nel comune più orientale dell'intera regione Campania, Montesano sulla Marcellana, piccolo borgo ubicato in provincia di Salerno. Pur essendo un esempio di innovazione tecnologica, la struttura si armonizza perfettamente con l'ambiente circostante dove una fitta vegetazione boschiva e il susseguirsi di nuverosi altopiani conferiscono alla località la fama di terra incontaminata.